Home pageSettore economicoE.C.D.L.

I vecchi corsiMercurioE.R.I.C.A.PresentazioneLa sedeGuido BaccelliI laboratoriInformazioniNewsLibri di testoRicevimento docentiSegreteriaArchivio NewsRegolamentiAlunniDocentiMiscellaneaI nostri linkVarie

 

I.T.C.G. "G. Baccelli"
Via Leopoli 16
00053 Civitavecchia

Tel. 0766 23290
Fax 076629691
 
 

 

Regolamento Docenti

1) I professori hanno il dovere di essere presenti a scuola cinque minuti prima dell'inizio delle lezioni per vigilare sull'ingresso degli alunni. Hanno, poi, l'obbligo di vigilare sugli stessi all'uscita della scuola e durante la ricreazione, per cui resteranno nelle aule o nelle immediate adiacenze.

2) Le autovetture possono entrare con ogni cautela e sostare nel cortile interno della scuola, utilizzando gli ingressi di Via Leopoli e di Via Rutilio Namaziano, consentendo, comu nque, il rapido ingresso e la facile manovra a mezzi di pubblico interesse ( V.V.F.F., C.C., ambulanze). E' severamente vietato sostare davanti alle uscite e alle scale di sicurezza e occupare il parcheggio riservato ai diversamente abili.

3) Alle Assemblee di classe e di Istituto, oltre al Dirigente o ad un suo delegato, possono assistere gli insegnanti che lo desiderano ( D.P.R. n° 146 del 31/05/1974 art. 43 ).

4) Gli insegnanti non possono per nessun motivo abbandonare la cl asse o ritardare l'inizio delle lezioni senza preavvertire la Presidenza o senza affidare, in casi di urgenza, gli alunni al personale ATA. Gli studenti allontanati dall'aula devono essere affidati agli operatori scolastici che li accompagneranno dal Di rigente scolastico, l'allontanamento deve essere annotato sul Registro di Classe

5) E' assolutamente vietato fumare nell'Istituto

6) I docenti devono provvedere alla regolare tenuta del Registro di classe, che sarà periodicamente controllato dalla Dirigenza

7) I professori hanno il dovere di riferire al preside le situazioni di grave irregolarità relative alla disciplina, all'assenteismo, al rispetto dell'orario o al profitto degli studenti e di segnalare, appena indiv iduati, eventuali danni alle aule o all'arredamento scolastico, indicandone i responsabili. In occasione delle note disciplinari più gravi, sinteticamente riportate sul giornale di classe, il professore presenterà tempestivamente in Presidenza un breve c ircostanziata relazione, al fine della convocazione del Consiglio di classe, per vagliare l'opportunità di eventuali provvedimenti disciplinari. Sul Giornale di classe devono sempre essere annotati l'argomento delle lezioni, i compiti assegnati, le assen ze e i ritardi degli studenti, con le relative giustificazioni In caso di assenza, lo studente deve presentare al Professore della prima ora, sull'apposito libretto, la dichiarazione, sottoscritta per i minorenni dai genitori, circa i motivi dell'assenza , giustificazione che sarà annotata sul Giornale di classe. L'insegnante informerà la Presidenza quando appaia dubbia l'autenticità della firma dei genitori dello studente minorenne, quando le assenze siano ricorrenti e i motivi irrilevanti o inatte ndibili. Qualora lo studente, rientrando a scuola, non esibisca la giustificazione, il primo giorno sarà ugualmente ammesso alle lezioni con l'obbligo, da annotare chiaramente sul giornale di classe, di presentarla il giorno successivo; il secondo giorno, non avendo ottemperato tale obbligo, l'alunno sarà inviato dal Dirigente scolastico.

8) In caso di assenze o congedi, l'insegnante deve attenersi a quanto stabilito nel contratto collettivo di lavoro: art. 9 " L'assenza per malattia , salva l'ipotesi di comprovato impedimento , deve essere comunicata all'istituto scolastico in cui il dipendente presta servizio "... tempestivamente e comunque non oltre l'inizio dell'orario di lavoro del giorno in cui essa si verifica, anche nel caso di even tuale prosecuzione di tale assenza"; art. 10 " Il dipendente, salvo comprovato impedimento, è tenuto a recapitare o spedire per mezzo raccomandata con avviso di ricevimento il certificato medico di giustificazione dell'assenza con indicazione della sola prognosi entro i cinque giorni successivi all'inizio della malattia o alla eventuale prosecuzione della stessa . Qualora tale termine scada in giorno festivo esso è prorogato al primo giorno lavorativo successivo "; art. 11 "L'istituzione scolastica o l'amministrazione di appartenenza può disporre il controllo della malattia ai sensi delle vigenti disposizioni di legge …" Per quanto riguarda i permessi brevi, l'insegnante non può richiederli quando sia stata già disposta la supplenza.

9) Du rante le assemblee di classe i professori tenuti a svolgere lezione, sono delegati ad assistere ai lavori, con dovere d' intervento nel caso di violazione del regolamento o in caso di constatata impossibilità di ordinato svolgimento.

10) Il r egistro dei voti deve essere sempre lasciato, al termine delle lezioni, in sala professori, nell'apposito cassetto, sul quale deve essere riportato il cognome dell'insegnante a cura del docente stesso.

11) I compiti in classe devono essere con segnati corretti agli studenti non più tardi di 15 giorni dal loro svolgimento e successivamente devono essere depositati in segreteria didattica a discrezione dell'insegnante, comunque prima degli scrutini.

12) Eventuali variazioni di indiriz zo devono essere comunicate immediatamente e per iscritto alla scuola

13) Tutto il personale è tenuto a visionare quotidianamente le comunicazioni della Dirigenza riportate sul libro delle circolari

 

   segreteria@istitutobaccelli.it                                              Ultimo aggiornamento: 04/10/2012